L Arabia Saudita. Uno stato islamico contro le donne e i diritti.pdf

L Arabia Saudita. Uno stato islamico contro le donne e i diritti

Liisa Liimatainen

Custode della Grande Moschea di La Mecca, prima produttrice mondiale di petrolio e, come tale, alleato e partner economico, militare e politico dellOccidente (pur essendo accusata di rapporti ambigui con llsis), lArabia Saudita è un Paese governato da un regime assolutista che viola costantemente i diritti umani e le libertà civili fondamentali, ricorrendo anche a selvagge esecuzioni capitali e limitando tenacemente i più elementari diritti della popolazione femminile. Pochi tuttavia conoscono la realtà quotidiana del più grande Stato arabo dellAsia occidentale. Liisa Liimatainen è riuscita a penetrare in profondità tra le pieghe della sua complessa società, esplorando in particolare ciò che avviene tra le donne, i giovani e la cospicua minoranza sciita della Provincia Orientale. Scopriamo così le numerose contraddizioni e gli aspetti imprevedibili della vita quotidiana in un regno per molti versi feroce guardiano della tradizione, ma al tempo stesso attraversato da fermenti inaspettati e capace - nelle figure dei suoi attivisti - di soluzioni inedite e coraggiose allinterno di unoriginale dialettica con i modelli di sviluppo occidentali.

3 nov 2016 ... L' Arabia Saudita. Uno stato islamico contro le donne e i diritti è un libro di Liisa Liimatainen pubblicato da Castelvecchi nella collana RX: ... Amazon.com: L'Arabia Saudita. Uno stato islamico contro le donne e i diritti ( 9788869446498): Liimatainen, Liisa: Books.

1.43 MB Dimensione del file
9788869446498 ISBN
Gratis PREZZO
L Arabia Saudita. Uno stato islamico contro le donne e i diritti.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.caminiantichitoscani.it o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Uno stato islamico contro le donne e i diritti Pdf Gratis ITA . Download L'Arabia Saudita. Uno stato islamico contro le donne e i diritti Pdf Gratis ITA . Microsoft Sway. This site uses cookies for analytics, personalized content and ads. By continuing to browse this site, you agree to this use. Learn more ... I diritti delle donne in Arabia Saudita sono molto limitati rispetto a quelli degli altri paesi vicini, anche se migliorati leggermente rispetto a prima. Nel Global Gender Gap Report 2016 del World Economic Forum l'Arabia Saudita si è classificata 141esima su 144 paesi rispetto alla parità di genere, un peggioramento rispetto al 134esimo posto su 145 che aveva conseguito nel 2015, anno della ...

avatar
Mattio Mazio

Uno stato islamico contro le donne e i diritti. Custode della Grande Moschea di ... l’Arabia Saudita è un Paese governato da un regime assolutista che viola costantemente i diritti umani e le libertà civili fondamentali, ricorrendo anche a selvagge esecuzioni capitali e limitando tenacemente i più elementari diritti della popolazione ...

avatar
Noels Schulzzi

Il secondo è meglio vestito e più ordinato, ma fa le stesse cose. Lo Stato islamico; l’Arabia Saudita. Nella sua lotta contro il terrorismo, l’Occidente fa la guerra contro l’uno ma stringe la mano all’altro. Arabia Saudita e diritti civili, l'ambasciatore in Italia: "Basta polemiche, teniamo cultura separata da politica" Il diplomatico Rayed Khalid A. Krimly sulla pena di morte e il caso del giovane

avatar
Jason Statham

Il tuo futuro parte da qui. Studio e formazione. Opportunità. Scuola superiore; Dopo il diploma; Università

avatar
Jessica Kolhmann

Arabia Saudita e diritti civili, l'ambasciatore in Italia: "Basta polemiche, teniamo cultura separata da politica" Il diplomatico Rayed Khalid A. Krimly sulla pena di morte e il caso del giovane Al-‘Awda è stato uno dei primi predicatori a pronunciarsi a favore della Primavera araba, rendendosi inviso al clero wahhabita e al governo saudita che, già nel 2011, aveva sospeso il suo programma televisivo Hajar al-zāwiya, e proibito la diffusione in Arabia Saudita del suo libro As’ilat al-thawra [Le domande della rivoluzione], in cui